Baked Alaska ricetta originale

Baked Alaska: ricetta originale americana del dolce freddo

La Baked Alaska è una torta americana il cui termine è stato coniato in un ristorante di New Orleans (in Louisiana) dallo chef Antoine Alciatore per festeggiare l’acquisizione, da parte degli Stati Uniti, dell’Alaska nel 1876.

Baked Alaska: origini e storia

L’aspetto di questo dolce rappresenta il classico igloo e presenta un interessante contrasto tra il freddo del gelato posto all’interno e il caldo delle meringhe esterne. Il dolce non è altro che un dessert realizzato con del gustoso gelato che è riposto in una torta di pan di spagna condita con meringa.

I gusti del gelato posto all’interno possono essere scelti in base ai propri gusti e di conseguenza è possibile variare anche la bagna per inzuppare il pan di Spagna. Andrete così a ottenere un delizioso dolce formato da tre strati: il morbido pan di Spagna, il gelato cremoso all’interno e dolci e croccanti meringhe a ricoprire il tutto.

Si tratta di un dessert che non ha un’elevata difficoltà di realizzazione, ma per prepararlo nel modo corretto andrà prestata attenzione soprattutto nella fase di preparazione della meringa e della sua stesura finale sul pan di Spagna. La preparazione può essere fatta come torta intera, oppure anche in comode mono porzioni per merende o come dolce da mangiare dopo i pasti.

Ricetta originale della Baked Alaska: ingredienti e modalità di preparazione

Per la preparazione della Baked Alaska sono necessari i seguenti ingredienti:

  • 1 disco di pan di Spagna;
  • 250 gr di gelato al gusto vaniglia;
  • 3 uova;
  • 120 gr di zucchero;
  • 1 cucchiaio di Cointreau;
  • 250 gr di gelato alla fragola;
  • 120 gr di zucchero a velo.

La prima operazione da fare per la preparazione della Baked Alaska è quella di bagnare il pan di Spagna con una spruzzata di Cointreau. La base del pan di Spagna deve avere uno spessore di circa 1 cm o al massimo 1 cm e mezzo, il diametro ideale è di 20 centimetri.

Prendete ora il gelato alla vaniglia e cercate di ammorbidirlo utilizzando una spatola, in modo da renderlo più cremoso. Quando avete raggiunto una buona consistenza spalmatelo sulla base del pan di Spagna. Riponete il tutto in freezer per circa mezz’ora. Adesso andate ad ammorbidire il gelato alla fragola utilizzando la stessa tecnica utilizzata in precedenza. Spalmatelo sopra alla base di vaniglia messa in precedenza e riponete il pan di Spagna nuovamente nel freezer per altri 30 minuti.

La preparazione della torta si concentra ora sulla preparazione della meringa, mischiate lo zucchero a velo con quello semolato, facendo attenzione che siano amalgamati tra di loro in modo uniforme. Prendete una terrina, riponeteci gli albumi e la prima parte del mix di zucchero e incominciate a montare a neve, durante la preparazione inserite gradualmente anche la seconda parte dello zucchero preparato in precedenza. Cercate di mescolare in modo uniforme, con movimenti circolari dal basso verso l’alto, fino a che il composto non raggiunge la giusta consistenza.

Mettete la meringa preparate all’interno di una tasca da pasticcere, togliete la base del dolce preparato in precedenza dal freezer e andate a ricoprire quest’ultima con tanti ciuffetti di meringa in modo tale che siano distribuiti su tutta la superficie della torta. Nella realizzazione dei ciuffetti cercate di dare al dolce una forma a cupola, in modo che la stessa vada ad assomigliare a un igloo.

Il Baked Alaska deve essere infine cotto in forno a 220 gradi centigradi per pochissimi minuti, massimo 3 o 4, in modo che i ciuffetti di meringa siano induriti.

Si tratta di un dolce adatto a ogni genere di occasione e può essere realizzato in diverse varianti che riguardano il gusto del gelato interno (pistacchio, limone, cioccolato), ma anche utilizzando la pasta al biscotto in sostituzione del pan di spagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *