Blondies ricetta originale americana

Blondies: ricetta americana dei quadrettoni al cioccolato bianco

I Blondies sono un dolce americano che è stato creato in contrapposizione ai ben più famosi brownies, presentando una versione “bianca” divenuta famosa grazie alla rivisitazione effettuata dal noto chef a stelle e strisce Gordon Ramsey.

Origini e storia dei Blondies

La differenza sostanziale rispetto ai brownies è nell’utilizzo del cioccolato bianco, che va a sostituire quello fondente e dall’aggiunta di mirtilli essiccati.

Un dolce che sicuramente porta alla dipendenza e che è caratterizzato da una dose di brown sugar, che dona alla ricetta una maggiore umidità e “chewi”. Un dolce ottimo da servire a cubotti e che può essere gustato ovunque e in ogni momento della giornata, accompagnandolo con un buon caffè o anche per l’ora del tè.

La sua preparazione è abbastanza semplice, quindi potrete cimentarvi nella preparazione di questo dolce che vi permetterà di conquistare tutti.

La ricetta originale americana dei Blondies: ingredienti e modalità di preparazione

Per la preparazione di questa torta dovete utilizzare i seguenti ingredienti:

  • 200 gr di farina di tipo 00;
  • 4 uova medie;
  • 200 gr di burro;
  • 1 bacca di vaniglia;
  • 8 gr di lievito in polvere;
  • 110 gr di zucchero semolato;
  • 110 gr di brown sugar o in alternativa di zucchero di canna Muscovado;
  • 70 gr di gocce di cioccolato bianco;
  • 100 gr di noci Pecan;
  • 7 gr di sale fino.

La prima cosa da fare per la preparazione dei Blondies è quella di tostare le noci, mettendola in una pirofila o in un contenitore metallico che possa andare nel forno statico preriscaldato per circa dieci minuti a una temperatura di 175 gradi.

Completata la tostatura, tritatele facendo dei pezzetti grossolani e teneteli da parte per un utilizzo successivo. Ora è il momento della preparazione dell’impasto: mettete in una ciotola il burro che avete lasciato a temperatura ambiente per farlo ammorbidire, aggiungendo poi il brown sugar, lo zucchero bianco semolato e i semini recuperati dalla bacca di vaniglia.

Lavorate il composto con delle fruste elettriche o manuali per qualche minuto, fino a quando non otterrete una crema consistente ma liscia. Aggiungete le uova, una alla volta aspettando che si assorbano in modo completo di volta in volta, successivamente setacciate assieme la farina, lievito e sale.

Continuate a mescolare il composto al fine di non creare grumi, incorporate poi le gocce di cioccolato e le noci pecan tritate. La cottura dell’impasto va effettuata utilizzando una teglia che va imburrata, foderata con della carta forno, in cui andrà messo l’impasto preparato in precedenza. Prima di cuocere il tutto, livellare la superficie con una spatola, poi mettete in forno preriscaldato di tipo statico a una temperatura di 180 gradi per 30 minuti.

Una volta completata la cottura lasciate raffreddare il tutto e poi tagliatela a cubotti, la forma tipica con cui vengono presentati a tavola i Blondies. Tale dolce si conserva per 2 o 3 giorni a temperatura ambiente, sotto una campana oppure in un contenitore chiuso ermeticamente. Potete anche congelarli da cotti, in modo tale da avere a disposizione la porzione che serve.

Partendo dalla ricetta originale, potete arricchire i Blondies con tanti altri ingredienti, per coloro che preferiscono i sapori dolci e fruttati è possibile utilizzare frutti come le pere e i frutti di bosco o fragole. Mentre se volete donare un po’ di colore alla torta, magari da presentare ai bambini, è possibile usare degli zuccherini colorati, caramelline al cioccolato o altro ancora.

I brownies solitamente vengono serviti tiepidi con una pallina di gelato alla crema, con i blondie potete fare il contrario servendoli con del gelato al cioccolato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *