Cioppino ricetta

Cioppino: ricetta dello stufato di pesce di San Francisco

La cultura culinaria americana è da sempre fortemente caratterizzata da ricette che fondano le proprie origini in altre culture. È il caso del Cioppino, la ricetta dello stufato di pesce di San Francisco che ha chiare origini italiane.

Cioppino: la storia e le origini

Secondo gli studiosi la ricetta ha origini che risalgono addirittura a fine 1800. Stando agli esperti, tutto nasce dalle famiglie di pescatori italiani emigrati negli Stati Uniti d’America che diedero vita a questo piatto molto in voga a Genova.

Il nome Cioppino deriverebbe infatti da “ciuppin”, una parola del dialetto ligure che significa “tagliare” oppure “tagliate”. Non a caso per preparare il cioppino vengono utilizzati pezzi di pescato del giorno. Una ricetta dalle umili origini ma che oggi è diventata una delle più amate della città di San Francisco e degli Stati Uniti d’America.

Ingredienti e modalità di preparazione del Cioppino

Come avveniva in passato, la preparazione della ricetta originale americana prevede l’utilizzo del pescato fresco di giornata del quale possono far parte numerosi pesci.

Veniamo, ora, agli ingredienti di cui necessitiamo per preparare il famoso Cioppino. Secondo la ricetta americana, per la preparazione abbiamo bisogno di questi ingredienti:

  • 400 g di polpa di pesce;
  • tagliata a dadi;
  • 400 g di molluschi (cozze, vongole, o altri molluschi a scelta in base alle proprie preferenze);
  • 200 g di gamberoni;
  • 400 g di salsa di pomodoro;
  • 2 cipolle;
  • 1 finocchio;
  • peperoncino;
  • alloro;
  • prezzemolo;
  • sale;
  • pepe;
  • olio extravergine di oliva;
  • pane.

Dopo aver visto gli ingredienti, passiamo alla preparazione del cioppino. Per prima cosa bisogna tagliare finemente le cipolle, il finocchio e l’aglio in modo da farlo soffriggere in abbondante olio extravergine d’oliva a fuoco medio.

Quando il soffritto sarà pronto, bisogna aggiungere la salsa di pomodoro con qualche foglia di alloro in modo da dare vita ad un sughetto ricco di sapore. Il consiglio è quello di far sobbollire il tutto per circa una decina di minuti a fuoco medio.

Quando il sugo sarà pronto, possiamo aggiungere i dadi di pesce che abbiamo preparato precedentemente ed i gamberoni, lasciando cuocere a fuoco basso per circa 15 minuti. In questa fase è importante aggiungere il sale ed il pepe in modo da dare il gusto desiderato al nostro stufato.

Nel frattempo dobbiamo pulire i molluschi e lasciarli aprire, mettendoli a cuocere in una casseruola con olio, aglio, peperoncino e prezzemolo. Ovviamente i molluschi che non si aprono vanno scartati.

È tempo di preparare le fette di pane. In questo caso è importante utilizzare del pane di grano duro. In questo modo avremo la possibilità di tostare le fette in forno e di renderle croccanti. Quando sarà terminata la cottura dei pesci e dei gamberi, andiamo ad aggiungere le cozze, le vongole e tutti i molluschi che abbiamo fatto cuocere in precedenza.

Serviamo il tutto in una ciotola di creta accompagnato dagli immancabili crostini. Per finire possiamo aggiungere un po’ di olio extravergine d’oliva a crudo ed un pizzico di sale in più. Possiamo utilizzare diversi pesci per la preparazione del cioppino come granchi, calamari, totani e tutto ciò che rientra nelle nostre preferenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *