Corn Chowder

Corn chowder: la ricetta originale della zuppa di mais americana

La cucina americana è molto ampia e varia, soprattutto nell’utilizzo dei diversi prodotti di chiara origine americana come il mais e le patate. Da questi due ingredienti nasce una delle zuppe più amate negli Stati Uniti d’America, ossia la Corn Chowder, una zuppa di mais che viene preparata da diversi secoli.

Le origini della Corn Chowder

Si tratta di un piatto che fonda le sue origini nel New England e che al posto di vongole ed altri frutti di mare viene realizzata sfruttando i chicchi di mais e le patate, due prodotti che sono ed erano anche alla portata dei meno abbienti.

Secondo alcuni la ricetta prenderebbe spunto dai coloni francesi in Canada. Non a caso, lo stesso nome Chowder deriverebbe dal termine chaudrèe, che in francese sta ad indicare qualcosa di cotto nella Chaudièere, ossia il classico pentolone di rame.

Corn Chowder: gli ingredienti della ricetta americana

Per preparare la mitica Corn Chowder servono pochi ingredienti. Occorrono, infatti:

  • 4 Pannocchie di mais (oppure 1 kg di mais precotto);
  • 500 g di patate;
  • 1 spicchio di aglio;
  • mezza cipolla;
  • q.b. erba cipollina (per decorare);
  • 450 ml di latte;
  • 1.2 litro di brodo vegetale;
  • 30 g di amido di mais (maizena);
  • 50 g di burro;
  • q.b. pepe;
  • mezzo cucchiaino di paprika;
  • q.b. sale;
  • 200 g di pancetta affumicata (a dadini).

Modalità di preparazione della Corn Chowder

Una volta preparati tutti gli ingredienti siamo pronti per dare vita alla Corn Chowder. Innanzitutto occorre mettere sul fuoco una pentola e mettere il burro all’interno per farlo sciogliere.

Una volta fuso il burro, aggiungiamo l’aglio e la cipolla finemente tagliati e lasciamo cuocere a fiamma bassa per circa 15 minuti. Aggiungiamo, poi, l’amido di mais, la paprika, il pepe e facciamo tostare per un minuto.

Da parte prepariamo le patate lavandole, pelandole e tagliandole a dadini, unendole poi alla pentola ed aggiungendo il brodo bollente. Lasciamo cuocere il tutto per circa 15 minuti.

Ora passiamo alle pannocchie: vanno tagliate dall’alto verso il basso in modo da prelevare tutti i chicchi di mais per la nostra zuppa. Una volta recuperati i chicchi, aggiungiamoli alla pentola facendo cuocere per altri dieci minuti e lasciando riposare il composto.

Quando il contenuto della pentola avrà raggiunto una temperatura più bassa frulliamo il tutto per circa 1/3 del contenuto stesso aiutandoci con un frullatore ad immersione.

È arrivato, dunque, il momento dell’assaggio e dell’aggiunta di sale e di latte. La zuppa può essere servita calda, al momento, oppure possiamo decidere di farla riposare e servirla tiepida, aggiungendo erba cipollina tritata e cubetti di pancetta soffritta croccante.

Nel corso degli anni in America sono nate diverse varianti che non si discostano molto dalla ricetta originale. A questa ricetta, infatti, è possibile aggiungere dei crostini di pane da far tostare in padella oppure al forno per dare un tocco di croccantezza al piatto. Per un gusto ancora più deciso possiamo aggiungere un formaggio filante all’interno, in modo da ottenere un composto ancor più cremoso e gustoso.

Si tratta comunque di un piatto tipicamente invernale che si va ad aggiungere alle tante ricette americane più amate negli Stati Uniti d’America e non solo, visto che ha avuto un grosso successo anche oltre i propri confini.

Un piatto che richiama tutta la tradizione contadina dei nativi americani e che esalta i sapori di due prodotti tipicamente statunitensi come il mais e la patata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *