Fajitas ricetta americana

Fajitas: ricetta americana delle tortillas ripiene di carne

Le fajitas sono tra le ricette più amate della cucina tex-mex. Si tratta di tortillas di farina di mais ripiene di carne di manzo, cipolle e aromi vari alle quali vanno aggiunte delle creme e delle salse. Un piatto che affonda le proprie radici in un tempo ormai andato, ma che non ha mutato la passione ed il gusto di questo piatto irrinunciabile.

Fajitas: storia e origini

La storia delle fajitas parte dal Texas per mano dei bovari indiani. Si racconta che la prima fajitas fu realizzata nella Valle del Rio Grande, in Texas, proprio nella zona in cui i vaqueros messicani lavorano per la maggior parte dell’anno. Il primo a prepararle fu il capo vaquero del Ranch Chapparosa, sul confine del Rio Grande, che compra da un macellaio gli scarti di carne di maiale, pensando potessero essere un’ottima fonte di sostentamento per i suoi uomini.

La faja, così venivamo chiamati gli scarti, furono messi a marinare nel succo di lime e cotte con legna di mesquite, un albero tipico del Nord America. In quel tempo la carne viene servita con le famose tortillas di mais che contribuiscono a rendere il piatto buono e appetitoso.

Nella seconda metà del novecento le fajitas vengono presentate sotto il nome di Tacos al Carbon. Col tempo il successo si amplifica e diventano piatto internazionale grazie allo chef dell’Hyatt Regency di Austin, George Weidmann che, nel 1982, le inserisce nel menù del prestigioso ristorante “La Vista”.

Ricetta originale americana e ingredienti delle Fajitas

La storia delle fajitas è molto interessante, ma lo sono ancor di più i suoi ingredienti. Per preparare questo succulento piatto servono:

  • 400 grammi di controfiletto di manzo;
  • 400 grammi di petto di pollo;
  • 1 peperone giallo;
  • 1 peperone rosso;
  • 2 cipolle medie;
  • 1 lime;
  • 2 cucchiaini di salsa Worchestershire;
  • 4 cucchiaini di olio extravergine di oliva;
  • sale fino q.b.

Per la marinatura occorrono:

  • 20 grammi di coriandolo;
  • 1 lime,
  • 1,2 litri di birra chiara;
  • 40 grammi di olio extravergine di oliva.

Fajitas: modalità di preparazione

Per preparare questo meraviglioso piatto della cucina tex mex occorre, innanzitutto, pensare al taglio della carne. Per eliminare il grasso in superficie il consiglio è di tagliare il manzo a straccetti. Per quanto riguarda il pollo, invece, bisogna tagliare il petto a metà ed eliminare l’osso centrale. In un secondo momento si potrà procedere a tagliare la carne.

Per la marinatura dobbiamo preparare una pirofila dove triteremo all’interno il coriandolo per poi distribuirlo sulle carni. In secondo momento irroriamo le carni con l’olio di oliva, mescolando bene il tutto fino a renderle profumate e morbide.

Ora tocca alla scorza del lime da grattugiare per metà sul pollo, e per l’altra metà sul manzo. Poi spremiamo il lime versando il liquido nelle due pirofile. La marinatura si chiude con la birra. Ci vorranno circa 600 grammi di birra in ogni pirofila, che poi andranno coperte con la pellicola trasparente lasciando riposare per almeno due ore.

Passiamo ora alle verdure, tagliandole e dividendole rimuovendo i semi e riducendo tutto a striscioline. Tagliamo le cipolle ed uniamole alle verdure in una padella con olio e sale. Fatto ciò, possiamo scolare le due carni, unendo il pollo ed il manzo nella padella con tutte le verdure, avendo cura di mescolare bene. Per ammobidire la carne aggiungiamo la salsa Worcherstershire e il succo di lime. Aggiungiamo poi il sale e il pepe prima di servire, in base ai propri gusti.

Per un gusto ancor più intenso stendiamo su una tortilla tiepida un velo di maionese, poi uno strato di guacamole ed aggiungiamo le fajitas calde. L’ultimo passaggio riguarderà la tortilla, da arrotolare e accompagnando con la salsa di pomodori messicana o dei fagioli neri.

Un piatto che piace davvero a tutti e che va servito con birra fresca nelle serate da passare in compagnia dei propri amici.

Con le nostre salse, le tue Fajitas non avranno rivali!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *