Pollo fritto americano

Pollo fritto americano: ingredienti e preparazione

Quella del pollo fritto è una ricetta famosa in tutto il mondo, basti pensare al successo di uno store fittizio, dal nome “Los Pollos Hermanos“, comparso in due serie Tv molto amate dal pubblico. Da ciò si capisce quanto il potere della frittura sia grande, non solo per noi italiani, ma anche per gli americani!

Una proposta very fast e gustosamente food che crea dipendenza, con quella crosticina croccante, il sapore speziato e la consistenza sfrigolosa che solo la doratura sa dare.

Ma chi è stato ad avere per primo questa intuizione? Chi ha preparato il primo Fried Chicken della storia?

Pollo fritto americano: le origini

Se la frittura è appannaggio, soprattutto, del Sud Italia, è innegabile che il pollo fritto a stelle e strisce conservi tutto un altro sapore rispetto a quello preparato da noi. Come mai?

Probabilmente perché la ricetta americana viene collegata alla Grande Depressione e a un ristorante che distribuiva cibo molto povero. Come ci è capitato spesso di notare, infatti, le preparazioni più amate e gustose sono anche quelle che si sono evolute da un concetto iniziale molto semplice, nato quasi per caso unendo avanzi ed ingredienti di fortuna.

Nonostante siano in tanti ad affermare che il pollo fritto affondi le radici nelle antiche piantagioni di cotone americane (quelle di cui si parla tanto nel film “Via col Vento“), dove gli schiavi avrebbero fritto il pollo seguendo le tradizioni dei loro villaggi di origine, in realtà la storia di questo ristorante è molto interessante. Si trovava lungo la strada che univa il Kentucky e la Florida e serviva il pollo fritto alla folla: una pietanza così modesta che nessuno avrebbe potuto immaginare che sarebbe diventata un successo talmente grande da trasformarsi in un simbolo stesso dell’America guadagnandosi anche un posto di tutto rispetto in Tv!

Questo alimento sfizioso diventò il simbolo della ripresa ma, negli anni ’50, tra il Kentucky e la Florida venne costruita una superstrada, costringendo il ristorante a chiudere i battenti e lasciando il proprietario sul lastrico. Harland Sanders dovette fare di necessità virtù, cercando la soluzione migliore per sopravvivere: cominciò, quindi, a vendere pollo nei ristoranti altrui, facendo ancora una volta Bingo!
In dieci anni circa, infatti, cent dopo cent, riuscì a dare vita ad una vera e propria catena di punti vendita di ben 600 store: sarete sorpresi nello scoprire che l’insegna su ognuno di quei locali riportava la sigla “KFC“!

Il Kentucky Fried Chicken, oggi, è una vera e propria eccellenza nel mondo. Proprietà della “Pepsi“, conta 10mila ristoranti in 80 Paesi (inclusa l’Italia) e si è inserito nella grande avventura del Fast Food anche attraverso marchi importanti a livello internazionale. Ed è proprio nelle sue cucine che è custodita la ricetta originale segreta che, dopo tutti questi anni, non è ancora stata svelata!

Insomma, i tanto amati “Chicken McNuggets” di McDonald’s non hanno nulla di originale, anzi, sono solo una copia moderna!

Dal secolo scorso, ovviamente, sono state tante le varianti e le sperimentazioni introdotte per la preparazione di questo alimento, servito con spezie e salse diverse o fritto in oli particolari.

Il gusto originale americano, però, è quello che ha conquistato l’intero pianeta!

La ricetta originale del pollo fritto americano: ingredienti e preparazione

Per preparare il pollo fritto per quattro persone, avremmo bisogno dei seguenti ingredienti:

  • Cosce di pollo, 500 grammi;
  • Alette di pollo, 500 grammi;
  • Latticello, 250grammi;
  • Farina 00;
  • Peperoncino in polvere;
  • Paprika;
  • Aglio in polvere;
  • Olio di semi di arachide.

Si parte dalle spezie, che si mescolano insieme ad un po’ di farina e si tengono a portata di mano.

In un’altra ciotola si dispongono i pezzi di pollo tenendoli a bagno nel latticello (quello che gli americani chiamano buttermilk), lasciando che ne assorbano uniformemente una buona quantità. A questo punto, in un contenitore o in un sacchetto di quelli pensati per il freezer, si uniscono il mix di spezie e il pollo, chiudendo ermeticamente e scuotendo per far sì che la carne si insaporisca il più possibile. Mentre si attende qualche minuto, in una padella si può portare l’olio ad ebollizione che servirà, poi, per cuocere ogni singolo pezzo di pollo tenendolo in immersione 10 minuti per lato.

Non servirà altro: soltanto un vassoio, ricoperto da carta assorbente, su cui versare la frittura da servire ancora calda.

Salate quanto desiderate, dirigetevi sul divano, scegliete la vostra bibita preferita (magari una birra ghiacciata) e sarete pronti per una serata di cinema con i fiocchi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *