Salsa barbecue con ricetta americana

Salsa Barbecue: ingredienti e ricetta originale americana

Speziata, corposa, gustosissima: la salsa barbecue piace proprio a tutti e si abbina perfettamente con un numero infinito di piatti.

Ideale per grigliate di carne e di pesce, infatti, è perfetta anche per specialità vegetariane e pietanze tipiche, come gli irresistibili anelli di cipolla di cui vi abbiamo parlato un po’ di tempo fa.

Il suo successo è divenuto così massivo che moltissimi snack hanno creato una variante BBQ, come le Pringles Grab & GO BBQ al gusto barbecue, disponibili anche in formato da viaggio, o l’intramontabile Wild West Beef Jerky, che ha pensato ad una proposta Honey BBQ nella quale i classici bocconcini di carne di manzo selezionata sono stati lasciati a marinare in miele e salsa barbecue, appunto, per poi essere essiccati ed infilati nel tradizionale package.

Ma da dove è saltato fuori questo condimento così particolare e come è possibile prepararlo in casa?

Salsa Barbecue: una storia recente

Non ci sono notizie certe sulla paternità o l’origine della salsa barbecue, ma si pensa che sia stata inventata da coloni europei, nel Nuovo Mondo, all’incirca, tra il XIX e il XX secolo.

All’epoca, ovviamente, le modalità di conservazione dei cibi erano molto diverse da quelle odierne: niente elettrodomestici e, quindi, niente frigorifero. Tra le varie tecniche utilizzate per la carne vi erano l’affumicamento e l’essiccazione, metodi che divennero tradizionali e che lasciarono scoprire che il fumo, il sale e l’aceto utilizzati non solo aiutavano a sconfiggere la proliferazione batterica, che poteva portare al deperimento e alla putrefazione, ma donavano anche un sapore piuttosto piacevole alle carni.

La cucina cinese suggeriva la bontà delle ricette agrodolci già da diversi secoli prima di Cristo, ma soltanto nel primissimo Novecento questo tipo di sapori è rientrato nelle ricette occidentali: alcune fonti parlano di un libro di cucina scritto a mano, trovato nella libreria della Johnson&Wales College of Culinary Arts di Providence e datato 1900, in cui comparirebbe la più antica ricetta della storia della salsa barbecue. La prima prodotta a livello commerciale (ed esistente ancora oggi) risale, invece, al 1917 e all’intraprendenza di un certo Adam Scott che aprì un ristorante nella Carolina del Nord dedicato proprio al BBQ.

Ancora, la prima standardizzazione storica della ricetta è avvenuta qualche anno più in là, nel 1926, ma è stata la celebre Heinz Company (oggi Kraft Heinz) a portarla alla ribalta e al successo, realizzandone una versione industriale che accorda, ancora oggi, i palati di mezzo mondo; l’anno ufficiale fu quello del 1948.

Da allora, moltissime varianti e ricette alternative, come la salsa BBQ Hickory Smoke con affumicatura di noce americano, sono nate e si sono succedute. Tantissime regioni si contendono l’originale procedura specifica, ma il sapore inconfondibile della salsa BBQ ha letteralmente colonizzato il mondo e allietato i piatti di tantissimi.

Curiosi di scoprire come prepararla in casa?

La ricetta originale americana della Salsa Barbecue: ingredienti e preparazione

Quella che vi proponiamo qui è la ricetta più famosa e utilizzata in America: la versione piccante a base di ketchup, detta anche Kansas City Barbecue Sauce.

Ingredienti:

  • Peperoncino in polvere – 2 cucchiai;
  • Pepe tritato – 1 cucchiaino;
  • Sale – 1 cucchiaino;
  • Ketchup – 500 ml;
  • Mostarda – 120 ml;
  • Aceto di mele – 120 ml;
  • Salsa Worchestershire – 80 ml;
  • Succo di limone – 60 ml;
  • Miele – 60 ml;
  • Sciroppo di melassa (scura) – 60 ml;
  • Zucchero di canna scuro – 250 ml;
  • Tabasco – 1 cucchiaino;
  • Olio di semi – 3 cucchiai;
  • 1 cipolla;
  • 4 spicchi d’aglio.

Il procedimento è molto semplice.

In un tegame si mischia il peperoncino con il pepe nero ed il sale, mentre in un altro recipiente si uniscono ketchup, mostarda, aceto, salsa Worchestershire, succo di limone, melassa, miele e zucchero.

In una padella, intanto, si lascia scaldare l’olio di semi per cuocere la cipolla tagliata in pezzetti molti piccoli, tenendo d’occhio fino al momento in cui diventi “trasparente”. A questo punto si unisce anche l’aglio, si cuoce per un altro minuto e si aggiungono, infine, tutti gli altri ingredienti.

Il composto va tenuto in cottura, a fuoco medio, per un quarto d’ora per poi essere versato, ancora caldo (ma non bollente!), in vasetti di vetro sterilizzati da tappare e lasciar raffreddare.

La vostra salsa barbecue sarà, così, pronta e potrà essere conservata, opportunamente refrigerata, anche per 1-2 mesi!

Siete amanti dei sapori tradizionali ma avete poco tempo da spendere in cucina?

Un’ottima salsa pronta è la Hunt’s Original BBQ Sauce, immancabile a tutte le vere grigliate americane!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ci prendiamo una pausa!
Siamo in ferie da lunedì 16 a lunedì 23 settembre inclusi. Tutti gli ordini effettuati a partire dalle 18 di sabato 14 saranno evasi in ordine cronologico a partire da martedì 24 settembre. C’è, pertanto, la possibilità che alcune spedizioni subiscano lievi ritardi. In questo lasso di tempo NON sarà disponibile il servizio assistenza.
x